Come funziona la Risonanza Magnetica ?

La risonanza magnetica nucleare funziona grazie a un principio fisico, chiamato appunto “risonanza magnetica”. Questo principio fisico permette il trasferimento di energia direttamente tra un fascio di fotoni nello spettro delle onde radio con la frequenza di precessione del protone. Il risultato e’ un protone eccitato da onde radio che tenderà ,al cessare dell’impulso che lo alimentava, a tornare al suo stato originario rilasciando l’energia acquisita in precedenza. Questo processo fisico da origine a una emissione di fotoni radio rappresentativi della materia stessa, da noi rilevabili e analizzabili.

Leggi il nostro articolo di approfondimento Cos’è la risonanza magnetica

Fa male fare una risonanza magnetica ?

La risonanza magnetica non fa male ma questo non vuol dire che se ne può abusare o bisogna sottovalutare l’importanza e la delicatezza dell’esame in se.

I fotoni utilizzati dalla risonanza magnetica non sono dannosi per la nostra salute in quando sono onde radio, e neanche il campo magnetico nel quale si è immersi.

Ma Attenzione, le cose cambiano quando le due cose si sommano, infatti in risonanza esiste comunque la possibilità di un surriscaldamento dei tessuti, è per quello che il tecnico vi fa spogliare e vi fa stare al freddo, perché la risonanza e’ in grado di depositare calore, se non correttamente termoregolati potrebbero incorrere degli inconvenienti .

Con questo non vogliamo dire che bisogna preoccuparsi perché il personale e’ sempre perfettamente formato per gestire il calore accumulato nel corpo.

Ma da pazienti non dovremo lamentarci quando ci verrà chiesto di spogliarci, è per il nostro bene !

Leggi il nostro articolo di approfondimento Il contrasto della risonanza fa male ?

La risonanza magnetica ha effetti collaterali ?

La risonanza magnetica non ha effetti collaterali sul paziente salvo particolari condizioni di partenza. In un paziente normotipo la risonanza non ha controindicazioni, che invece compaiono nel momento in cui il paziente sia portatore di qualche tipo di protesi o di patologie particolari. se vuoi scoprire di più sugli effetti collaterali sul paziente leggi l’articolo di approfondimento.

Quanto dura una risonanza magnetica ?

I tempi sono molto variabili e vanno dai 20 minuti fino ad 1 ora !

I tempi di esecuzione di una risonanza magnetica dipendono da vari fattori, prima di tutto la tipologia di esame, che richiederà “serie” di immagini differenti nel numero e nella tipologia.

Poi dipende dal campo magnetico della risonanza magnetica utilizzata, in Italia potremo trovare apparecchiature da che vanno dagli 0,2 Tesla fino ai 3 Tesla.

Sono davvero cosi chiuse le risonanze magnetiche?

Solitamente il diametro il larghezza di una risonanza magnetica e’ di 55 o 60 centimetri, il che è abbastanza spazioso per sdraiarsi comodamente senza che le braccia tocchino.

Tutto e’ costruito per dare il maggior comfort possibile, affinché l’esperienza risulti poco stressante e nello stesso tempo si riesca a rimanere concentrati sullo stare fermi.

Leggi il nostro articolo di approfondimento La risonanza magnetica aperta

Il mezzo di contrasto e' pericoloso ?

No, non dobbiamo avere paura. La molecola utilizzata per il mezzo di contrasto in risonanza magnetica è solitamente il gadolinio.

Una molecola che possiede proprietà paramagnetiche, adatta alla rilevazione con la risonanza magnetica.

Il mezzo di contrasto o mdc, viene iniettato per via endovenosa, e vengono utilizzati i cateteri venosi più piccoli possibili.

Il team è sempre allerta sulla vostra salute durante un’iniezione di mezzo di contrasto, per cui non dovrete preoccuparvi di nulla.

Leggi il nostro articolo di approfondimento Il mezzo di contrasto in rm fa male?

Cosa devo fare se ho delle allergie ?

La prima cosa da fare quando si parla di salute, è sempre cercare di essere chiari e completi. Se abbiamo il sospetto di essere allergici a qualcosa, dobbiamo informarci bene, magari andando a guardare su vecchi referti medici, la propria allergia, possibilmente fornire la documentazione riguardante l’allergia al team che svolgerà l’esame.

Esistono delle tecniche di prevenzione di alcuni tipi di allergie, spesso chiamate “preparazioni per allergici”. Ogni centro medico potrebbe avere delle prassi diverse a riguardo, per cui è importante segnalare le allergie anche in fase di prenotazione di una RM.

Altre figure che dovrebbero essere informate delle vostre allergie sono : il vostro medico di base e il medico specialista che vi invia a fare la risonanza. I due professionisti devono essere informati affinché possano segnalare sui moduli di consenso o sulle richieste eventuali forme allergiche.

Spesso capita di parlare con pazienti che non ricordano a quale farmaco sono allergici, questa dimenticanza, sarebbe da evitare. Fornire informazioni chiare al centro medico di competenza è la prima cosa da fare.

Leggi il nostro articolo di approfondimento Preparazione in risonanza magnetica

Cosa devo fare se ho delle protesi ?

Le protesi rimovibili vanno sicuramente rimosse.

Per quanto riguarda le protesi interne al corpo e permanenti il discorso è ovviamente differente. Ogni protesi permanente porta con se una carta di identità affinché il paziente possa sempre essere informato di ciò che ha precisamente dentro il suo corpo. La risonanza magnetica richiede quei documenti per poter gestire le protesi più pericolose. Per cui se avete il sospetto di avere una protesi permanente recatevi dal vostro medico e insieme indagate in modo da arrivare con della documentazione a riguardo il giorno della risonanza magnetica.

le protesi più diffuse sono :

  • Protesi del cristallino (necessaria carta di identificazione per accedere)
  • Apparecchi odontoiatrici (necessaria certificazione da parte dell’odontoiatra)
  • Protesi Aortiche e Cardiache (Tutte compatibili per legge dal 2002, prima necessaria documentazione)
  • Peacemaker (Fondamentale documentazione)
  • Neurostimolatori (vietato l’accesso se attivati da magneti)
  • Protesi Ferromagnetiche (necessaria documentazione)

Le regole a riguardo sono molte, voi per non sbagliare, dovete cercare di raccogliere tute le informazioni possibili sulle vostre protesi prima di recarvi ad eseguire una risonanza magnetica.

Leggi il nostro articolo di approfondimento Preparazione in risonanza magnetica

Cosa devo fare se ho dei Piercing ?

Che domande, bisogna rimuoverli !

Ma sono di Titanio ! Lo sappiamo benissimo di che materiale sono fatti i Piercing, ma la legge non permette a quell’oggetto di entrare con voi a fare la risonanza magnetica.

Come ogni protesi, il piercing andrebbe certificato, e non basta un foglio scritto da un tatuatore che certifica l’effettiva composizione in titanio. La certificazione di quel Piercing consterebbe troppo all’azienda produttrice per cui nn esistono piercing certificati per l’accesso alla sala rm. Al contrario dei Device medici che vengono testati con tutte le energie e campi.

Per cui i Piercing ragazzi, togliamoli a casa. Stessa cosa per tutti gli orecchini, spille, gioielli.

Leggi il nostro articolo di approfondimento Trucco e Makeup in rm

Cosa devo fare se ho dei Tatuaggi ?

Dobbiamo stare attenti anche ai tatuaggi ? Ebbene sì, sopratutto se sono di vecchia data.

Il tatuaggio funziona ed è indelebile perché crea uno strato di inchiostro sotto la nostra cute.

L’Inchiostro spesso pero contiene particelle metalliche o comunque con effetti paramagnetici, rendendo per cui difficile stimare il deposito di calore da parte della risonanza magnetica nella superficie coperta dal tatuaggio.

Per cui non stupiamoci se il tecnico vi chiederà di fare particolare attenzione alle vostre parti del corpo tatuate e sopratutto se durante la risonanza notate un surriscaldamento di questa parte, suonate il campanello sempre in dotazione e avvisate il personale.

Leggi il nostro articolo di approfondimento Trucco e Makeup in rm

Posso venire truccata?

No, anzi la pelle deve essere perfettamente pulita, rimuovere anche tutte le creme e gli spray nei capelli.

Anche il trucco per gli occhi è vietato.

Il rossetto è vietato.

La pelle deve essere il più pulita possibile.

Leggi il nostro articolo di approfondimento Trucco e Makeup in rm

Come mi devo vestire per fare la risonanza magnetica ?

Sono da evitare tutti i materiali magnetici.

Per cui sicuramente il ferro e i metalli, per cui tutte le magliette con cerniere sono da evitare.

Per le donne anche il reggiseno è da evitare. Pero non può essere sostituito da uno in naylon, perchè anch esso ha proprietà magnetiche.

Anche la lana e’ vietata perché è in grado di creare correnti elettrostatiche.

Uno dei pochi materiali ammessi è il cotone, per cui un intimo in cotone o una leggera tuta di cotone sono preferibili.

Le calze da donna in nylon sono da evitare.

Leggi il nostro articolo di approfondimento Preparazione alla RM

Posso mangiare prima della risonanza magnetica ?

Se sapete che la vostra risonanza dovrà essere fatta con il mezzo di contrasto, non dovete assolutamente mangiare nelle ore antecedenti l’esame.

Ma anche se è senza mezzo di contrasto sarebbe furbo rimanere digiuni.

Leggi l’articolo di approfondimento “Rimanere a diugiono o NO prima della risonanza ?”

Posso assumere farmaci il giorno dell'esame ?

Non bisogna interrompere nessuna terapia medica per fare la risonanza magnetica.

Pero se dovete presentarvi alle 8 del mattino, e siete abituati a prendere la pastiglia alle 7 a stomaco pieno, chiamate il vostro medico di fiducia, che a seconda della pastiglia presa saprà indicarvi il comportamento da tenere.

Oppure contattate personalmente nei giorni antecedenti la risonanza il centro che la svolgerà e chiedete loro se per la loro prassi potete assumere i vostri farmaci.

Leggi l’articolo di approfondimento “Rimanere a diugiono o NO prima della risonanza ?”

Cosa devo portare con me a fare la risonanza ?

Dovete sempre portare con voi quando fate una risonanza :

  • La richiesta dello specialista
  • Tutti gli esami precedenti che riguardano lo stesso problema
  • Tutta la documentazione riguardante le allergie
  • Tutta la documentazione riguardante le protesi

Leggi l’articolo di approfondimento Preparazione alla RM

Se ho un Peacemaker come mi devo comportare?

I Peacemaker moderni possono accedere alla risonanza magnetica, ma devono essere assolutamente certificati sia dal cardiologo che ha eseguito l’innesto, sia dalla documentazione del peacemaker stesso.

Sulla documentazione sono specificati i valori energetici che il tecnico di radiologia conosce. fornire questi dati serve per svolgere l’esame in sicurezza.

Prima di prenotare la tua risonanza magnetica informati alla perfezione, anche facendoti aiutare dal tuo medico di base o dal tuo specialista.

Leggi l’articolo di approfondimento Preparazione alla RM