Per capire come funziona la risonanza magnetica a livello tecnico e capire come gestire parametri e artefatti, bisogna cominciare dalla base, dalla fisica e da tutti quei principi cardine sui quali si fonda l’imaging di risonanza magnetica. In questo articolo tratteremo diversi argomenti che serviranno nelle lezioni successive ad apprendere e capire la composizione di una sequenza e gestirne il risultato finale ovvero, le immagini.

Inizieremo con la fisica tradizionale, parlando delle caratteristiche del protone e degli atomi in generale, ripercorreremo le definizioni degli orbitali, dello spin, dei fotoni e di come scambiano energia tra di loro. Continueremo il discorso con le definizioni di T1 ,T2 e densità protonica, per arrivare a completare una prima infarinatura iniziale che ci permetterà di iniziare a comprendere ciò che stiamo osservando.

Il percorso porterà il futuro tecnico a ragionare sui motivi per i quali si è scelto di impostare i protocollo di acquisizione classica in un determinato modo. Lo accompagnerà nella comprensione e risoluzione degli artefatti più ricorrenti.

La collaborazione a questo portale e’ benvenuta, se volete partecipare attivamente  alla redazione del sito o avete qualche consiglio da dare, potete mandare una mail a stoppa.marcello@gmail.com. Grazie e buona lettura.