Risonanza magnetica del collo

35
Durata Esame
60
Ticket SSN
25
Prob. MDC
350
Prezzo Privato

La risonanza magnetica del collo fa parte delle risonanze magnetiche della regione massiccio collo. La sua durata e’ media, dai 30 ai 40 minuti. Viene posizionata una bobina sulla testa e sulla parte anteriore del collo. Solitamente viene eseguita senza mezzo di contrasto, ma meglio rimanere digiuni come prassi nel caso che serva il mezzo di contrasto.

Per cosa si fa la rm del collo

  • Neoplasie
  • Tumori parotidei
  • Tumori del rinofaringe
  • Linfoadenopatie
  • Patologie delle corde vocali
  • Stenosi tracheale
  • Ascesso retrofaringeo
  • Ascessi testa collo
  • Malattie tiroidee
  • Ostruzioni delle vie aeree superiori
  • Valutazione preoperatoria di tumori
  • Valutazione risposta al trattamento
  • Pianificazione del trattamento radioterapico
  • Anomalie congenite
  • Valutazione fistola branchiale congenita

PROTOCOLLO DI SCANSIONE RISONANZA DEL COLLO CON TRONCHI SOVRA AORTICI

Il protocollo prevede scansioni senza un determinato target preciso, per cui ad ampia copertura, con più pesature possibili. Il piano preferito è quello assiale. Un saggio utilizzo delle bande di saturazione può aumentare parecchio la qualità dell’esame. Lo spessore utilizzato è di 4 mm. Fondamentali le sequenze con abbattimento del grasso, meglio se STIR per via del raddoppio del range dinamico. L’abbattimento del grasso tramite sequenze con presaturazione spaziale potrebbero risultare difficoltose per via della geometria del collo e dei diversi spessori da attraversare.

Sequenze essenziali

Sequenze consigliate

Dopo Mezzo di contrasto

  • T1 TSE Assiale con saturazione del grasso
  • T1 TSE Coronale con saturazione del grasso
Semplice
Difficoltà esec.
Bassa
Prob. Alto SAR
Assiale
Piano Preferito
4
Spessore strato

Centratura piano Assiale

Centratura piano Coronale

Centratura piano Sagittale

  • Previous ProjectRisonanza magnetica del collo angiografica (ANGIO RM TSA)

  • Next ProjectRisonanza magnetica del massiccio facciale standard