La risonanza magnetica del piede rientra nella categoria delle risonanze muscoloscheletriche, articolari. Si può eseguire sia con che senza mezzo di contrasto. La sua durata e’ standard, circa 30-40 minuti. Viene posizionata una bobina sulla piede. Solitamente durante questo tipo di esame la testa del paziente rimane fuori dalla macchina, per cui i problemi di claustrofobia vengono minimizzati. Si può eseguire anche su risonanze magnetiche aperte o dedicate agli studi articolari.

Per cosa si fa la rm del piede?

  • Necrosi avascolari
  • Neuroma di Mortons
  • Anomalie dei tendini del piede
  • Neoplasie ossee, articolari o dei tessuti molli
  • Fascite plantare, rottura fasciale e fibromatosi plantare
  • Infezioni di tessuto osseo, articolare o molle ( ad esempio osteomielite e artrosi)
  • Condizioni congenite e di sviluppo (displasie)
  • Disturbi sinoviali (sinoviti,tenosinoviti,borsiti e cisti gangliari)
  • Fratture
  • Anomalie del midollo osseo (contusioni ossee, osteonecrosi, sindromi dell’edema midollare e da stress )

Si possono eseguire diversi protocolli :